Rosetti-costitution Rosetti-documenti Rosetti-transandina

Non categorizzato

Presentazione della tesi di laurea del dott. Daniele Zavalloni

 

Atlante dei paesaggi della Romagna

di Zangheri e Rosetti.

 
Saluto del presidente Fondazione Italia Argentina- Emilio Rosetti
dott. Maurizio Castagnoli

Interviene
Gianpiero Andreatta
Colonnello t.SFP
Comandante Gruppo Carabinieri Forestale di Forlì-Cesena

 

Presso Biblioteca Malatestiana , Sala Lignea, venerdì 4 maggio 2018 – ore 15,30

 

_______________________________________

 

Fortemente collegato ad alcuni dei temi più rilevanti ai quali Emilio Rosetti ha posto la sua attenzione nella fondamentale opera La Romagna. Geografia e storia, l’incontro intende proporre una chiave di lettura dei paesaggi del territorio romagnolo descritto da Rosetti e Zangheri.
Nella sua tesi Daniele Zavalloni dà risposta, infatti, in primis all’art. 6 della Convenzione Europea del Paesaggio: «individuare i propri paesaggi, sull’insieme del proprio territorio; analizzare le caratteristiche, nonché le dinamiche e le pressioni che le modificano; seguirne le trasformazioni; valutare i paesaggi individuati, tenendo conto dei valori specifici che sono loro attribuiti di soggetti e dalle popolazioni interessate».
Rosetti e Zangheri sono, dunque, gli autori di riferimento e la scelta non è casuale: entrambi romagnoli, entrambi studiosi della propria terra, anche se a diverso titolo, ma con un comune fil rouge che li lega.
Pietro Zangheri è stato forse il più completo naturalista che ha descritto in modo preciso e scientifico la Romagna, ma la sua attività si è confrontata ed ha ricevuto linfa dai contributi e dalle ricerche di Rosetti, il quale – per primo – aveva, tra le altre cose, tracciato i confini della regione, che non sono amministrativi, ma naturali.
La conferenza, affidata a due esperti del settore, sarà anche un’occasione per occuparsi dell’’interazione tra fauna e paesaggio e quindi, pur in senso non sempre positivo, dell’uso funzionale dei nostri territori.

 

Presentazione del volume Emilio Rosetti.

Padre dell’ingegneria argentina. Cultore e storico della Romagna

di Chiara Arrighetti, prefazione di Maurizio Castagnoli

 

Presso Biblioteca Malatestiana , Sala Lignea, venerdì 6 aprile 2018 – ore 15,30

_______________________________________

 
     Frutto di indagini archivistiche e ricerche presso istituzioni nazionali e internazionali, la monografia ripercorre la straordinaria esistenza di Emilio Rosetti (Forlimpopoli 1839 - Milano 1908), protagonista fondamentale, tra due continenti, di un’epoca che sta per concludersi e si affaccia con prepotenza alla modernità.

Appena laureato alla Scuola di Applicazione per ingegneri di Torino, Rosetti lascia giovanissimo l’Italia, non come uno dei tanti emigranti dalla sorte incerta, ma con un contratto già firmato dal rettore dell’Università di Buenos Aires.

Da quel momento l’escalation è inarrestabile. Nel giro di pochi anni diventa uno dei docenti più richiesti in Argentina, fonda la Sociedad Cientifica Argentina - che vedrà tra i suoi soci membri del calibro di Sir Charles Darwin e Albert Einstein - e rappresenta un punto di riferimento imprescindibile nella creazione di ospedali, scuole, carceri e nello sviluppo della capitale.

Rosetti lega il suo nome anche al primo step tecnico-scientifico per il progetto della ferrovia transandina, a unire l’oceano Atlantico al Pacifico, considerata la più imponente opera ingegneristica del XIX secolo.

Tornato in Italia nel 1885, ricevuta la nomina a Console d’Argentina, imprime una svolta decisiva alla sua vita alternando infiniti viaggi in ogni angolo del mondo agli studi accurati e numerosi sulla terra d’origine. Così nasce anche l’opera più famosa: La Romagna. Geografia e storia per l’ing. Rosetti.

Al figlio Doro Rosetti va l’eredità spirituale e politica dello zio materno, Ernesto Teodoro Moneta, vincitore del premio Nobel per la Pace nel 1907. Grazie all’impegno di Doro verrà inserita nella Costituzione Italiana - unico caso all’epoca- l’art. 11, che sancisce il ripudio della guerra come strumento di risoluzione alle controversie tra i popoli.

 

 

 

La violenza in Romagna

dallo stato della chiesa allo stato unitario

 

Presso Rocca di Forlimpopoli nella Sala Consiliare, venerdì 5 maggio 2017 alle ore 17:00

  _______________________________________

 Atti del convegno

  Atti convegno Studi Rosettiani

 

Fondazione Italia - Argentina Emilio Rosetti

 

Pubblicazioni di Emilio Rosetti

 

 

  • “Relazione sulla praticabilità di una strada ferrata attraverso le Ande” (Opera redatta per incarico del Governo della provincia di Buenos Aires e tradotta, oltre che in lingua spagnola, in francese e in inglese) - Buenos Aires, 1870
  • “Construccion de las escuelas. En relation con la salud de los alumnos” (Anales de la Sociedad Cientifica Argentina, Tomo II) – Buenos Aires, 1876
  • “El puerto de Trieste” (Anales de la Sociedad Cientifica Argentina, Tomo III) – Buenos Aires, 1877)
  • “Alumbrado y luz electrica” (“Anales de la Sociedad Cientifica Argentina”, Tomo VIII) – Buenos Aires, 1879
  • “Propriedades fiscas de las Maderas de la República Argentina (“Anales de la Sociedad Cientifica Argentina”, Tomo VIII) – Buenos Aires, 1879
  • “Curso de Máquinas” – Buenos Aires, 1881
  • “Los mètodos graficos “ (“Anales de la Sociedad Cientifica Argentina”, Tomo XI) – Buenos Aires, 1881
  • “Resistencia de los Materiales de Construcción” – Buenos Aires, 1882
  • Elementos de Estatica Grafica” – Buenos Aires, 1883
  • “Las meravillas antigas y modernas consideradas en sus dimensiones” (“Boletin de Instituto Geografico Argentino”, tomo IV, Quaderno VI) –Buenos Aires, 1883
  • “Propriedades fisicas de las Maderas de la República Argentina” – seconda edizione – Buenos Aires, 1885
  • “Ciò che si deve intendere per Romagna ed Emilia” (Estratto dal “Bollettino della Società Geografica Italiana”, fascicolo luglio 1887) –Roma, 1887
  • “Informe sobre el Congreso internacional de ferro-carriles en Milan 1887 “– Buenos Aires 1887
  • “La Via Emilia-Romagnola” – Milano, 1888
  • “La Romagna. Geografia e storia per l'ing. Rosetti” – Milano, 1984
  • “Un’escursione nella Pampa Argentina” (Estratto dagli Atti della “Società Italiana di Scienze Naturali e del Museo Civico di storia Naturale in Milano”, Vol. XXXVII) – Milano, 1899
  • “Emilia e Romagna” (Estratto dal Bollettino della Società Geografica Italiana”, fascicolo II) – Roma, 1899
  • “Tre vie romane della Romagna – Emilia, Flaminia, e Popilia” (Estratto dal Bollettino della Società Geografica Italiana”, fascicolo X, 1899) – Roma, 1899
  • “Forlimpopoli e dintorni” –seconda edizione – Milano, 1900
  • “Sul Rubicone” (Estratto dal Bollettino della Società Geografica Italiana; fascicolo IX) – Roma, 1901
  • “ Canal de Morbegno. Para la tracción electrica sobre los ferrocarriles de la Valtellina”(con un articolo dedicato all’ing. Emilio Rosetti. La Ingenieria, Año V, num. 23)
  • “Montefeltro” (Estratto dal “Bollettino della Società Geografica Italiana”; fascicolo VI) – Roma, 1902
  • “Sulla geografia antica della Romagna “ (Estratto da gli Atti del IV Congresso Geografico Italiano”)– Milano, 1902
  • “La radioactividad y la teoria moderna de los fenómenos fíisicos” (La Ingenieria, Año IX, num. 161, 1a parte) – Buenos Aires, 1905
  • “La radioactividad y la teoria moderna de los fenómenos fíisicos” (La Ingenieria, Año IX, num. 162, 2a parte) – Buenos Aires, 1905
  • “Ensayos de pavimentos para calles y caminos carretteros (La Ingenieria, Año X, num. 186)
  • “La radiografia” (intervista al Sig. Guglielmo Marconi. La Ingenieria, Año X, num. 206)
  • “Dique tubular” (La Ingenieria, Año XII, num. 234)
  • Note all’opera del prof. Dott. Paolo Amaducci “Sulle origini e i progressi del Vescovato di Bertinoro” – Milano, 1906
  • Pompeyo Moneta, Emilio Rosetti: “Vista a los talleres del ferro-Carril del Oeste” (Anales de la Sociedad Cientifica Argentina, Tomo VIII) – Buenos Aires, 1877

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Bellaria, fine Ottocento. Sulla duna più alta sorge, con accesso diretto al mare, il villino Rosetti o villino Buenos Aires, che Emilio Rosetti ha fatto edificare dopo il suo rientro in Italia, nel 1885.


    Qui sono ospitati personaggi di calibro internazionale, legati da amicizia

o per vincoli familiari al forlimpopolese. Ma chi era veramente l’ingegnere Emilio Rosetti ?
Massimo coefficiente dello sviluppo infrastrutturale e scientifico della nuova Argentina, docente universitario tra i più prestigiosi dell’America latina, si dedica negli ultimi anni agli studi sulla terra d’origine con metodo positivista; un metodo che in realtà comporta - come ricordava il filosofo Nicola Abbagnano - un approccio passionale e romantico all’assolutezza della scienza.

Di tutto questo e di altro ancora parlerà la Fondazione Italia Argentina – Emilio Rosetti

nell’incontro organizzatoa

Bellaria giovedì 30 novembre, ore 20,45.

 

 

Sottocategorie

Studi Rosettiani

 

Eventi Organizzati dalla Fondazione E.Rosetti

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.