Rosetti-costitution Rosetti-documenti Rosetti-transandina

Non categorizzato

 

Convegno on line 

 

Educazione e scuola in Italia nel secondo Ottocento

 

Convegno on line
venerdì 28 maggio 2021- ore 15,30 

 
Riferimenti Zoom:
https://zoom.us/j/93187731013?pwd=NVFtWFh2dGxSV0lZMi9vamE0QWFzZz09

ID riunione: 931 8773 1013        Passcode: 6Q3PUV
 

Introduce e coordina il presidente della Fondazione, Maurizio Castagnoli

Relatori:

Mirella D’Ascenzo  - Lectio magistralis.  L’istruzione elementare e popolare in Italia dopo l’Unità
Silvano Bedei - Il caso di Forlimpopoli: un secolo di scuola nei documenti d’archivio
Nicola Orofino - Maestre e maestri nelle Carte di Congregazione di Cesena

 
Il convegno intende aprire una pagina fondamentale dell’epoca in cui fu attivo Emilio Rosetti (Forlimpopoli, 1839 – Milano, 1908), ingegnere, quotatissimo docente presso l’Università di Buenos Aires e, dal suo rientro in patria, strenuo difensore dell’educazione del popolo in Romagna.

L’obiettivo è quello di inquadrare la storia dell’istruzione popolare in Italia dopo l’Unità. La lectio magistralis offrirà le coordinate generali del tema ‘educazione e scuola’ nel secondo Ottocento, sulla base della più aggiornata storiografia scolastica nazionale e internazionale, evidenziando poi momenti e figure particolarmente significativi, e poco noti, della storia della scuola in Romagna dopo l’Unità.
Due studi di caso, condotti su fonti inedite, offriranno specifici e originali approfondimenti. Il primo riguarderà il Comune di Forlimpopoli, il cui archivio conserva un ricco patrimonio di documenti e materiali sulle scuole pubbliche e l’istruzione popolare per tutto l’Ottocento. Il secondo offrirà uno sguardo particolare su istituzioni educative e figure di maestri e maestre nelle carte della Congregazione di Carità conservate presso l’Archivio di Stato di Forlì - Sezione di Cesena.

Il coordinamento è affidato al presidente della Fondazione, Maurizio Castagnoli
 
I Relatori
Mirella D’Ascenzo è professoressa ordinaria di Storia della scuola e di Storia dell’educazione presso l’Università di Bologna. Si occupa di storia delle politiche educative e scolastiche, di storiografia educativa, di storia dell’editoria e manualistica scolastica, di school memories e della storia della professione docente. É autrice di numerose monografie e saggi di livello nazionale e internazionale. Ha partecipato a diversi Progetti di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN), ha curato diverse Mostre sui temi della storia della scuola e dell’educazione ed è socia di prestigiose società scientifiche nazionali e internazionali. Già Ispettore archivistico onorario dell’Emilia Romagna, è membro del Comitato scientifico sulla Storia della scuola istituito nel 2020 dal MIUR.

Silvano Bedei, già docente di Lettere nelle scuole secondarie, da lungo tempo svolge un’intensa attività di ricerca archivistica in merito alle scuole pubbliche della Romagna ottocentesca. Sul tema ha curato pubblicazioni e mostre.

Nicola Orofino, docente nelle scuole secondarie, è autore di un approfondito studio sulla Condizione dell’infanzia a Cesena nell’Ottocento, oggetto della sua tesi di laurea.

Il Convegno ha ottenuto il patrocinio dell’Università di Bologna, Dipartimento di Scienze dell’Educazione “Giovanni Maria Bertin”, del Ministero dell’Istruzione - Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, del Comune di Forlimpopoli e dell’Associazione Antonietta Rondoni.

 

Per contatti scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Convegno "la Romagna" 21 maggio 2016 Cesena Bibblioteca Malatestiana

 

 

Educazione e scuola in Italia nel secondo Ottocento

Convegno on-line - venerdì 28 maggio 2021 – ore 15,30

Riferimenti Zoom:
https://zoom.us/j/93187731013?pwd=NVFtWFh2dGxSV0lZMi9vamE0QWFzZz09
ID riunione: 931 8773 1013       Passcode: 6Q3PUV

Coordina il presidente della Fondazione, Maurizio Castagnoli

Relatori:
Mirella D’Ascenzo   Lectio magistralis.
                                   L’istruzione elementare e popolare in Italia dopo l’Unità
Silvano Bedei  Il caso di Forlimpopoli: un secolo di scuola nei documenti d’archivio
Nicola Orofino  Maestre e maestri nelle Carte di Congregazione di Cesena

 

___________

 

 

Romagna Cento anni di trasformazione industriale (1850-1950)

Convegno on-line - sabato 6 marzo 2021 – ore 15,30

Rivedi su youtube:     PRIMA PARTE      SECONDA PARTE

Coordina il presidente della Fondazione, Maurizio Castagnoli

Relatori:

Francesca Fauri      - Cenni sullo sviluppo dell'industria nella provincia di Forlì (1890-1945).
Chiara Arrighetti     - Dall’attività agricola all’industria chimica. Il percorso d’impresa della dinastia Rosetti
Alessandro Lazzari  - Gli zuccherifici nell’industria romagnola d’inizio Novecento
Lorenzo Aldini        - Le origini dell’ORBAT fra autarchia e ricostruzione

 

___________

 

L'alimentazione in Romagna nel corso dell'Ottocentoo

Coordina il presidente della Fondazione, Maurizio Castagnoli

Relatori:

Giordano Conti (comitato scientifico di Casa Artusi):Lezione magistrale. L’alimentazione nel secolo artusiano.

Dante Bolognesi (comitato di direzione della rivista “Romagna arte e storia”):I caratteri strutturali dell’agricoltura romagnola nel primo Ottocento.

Giancarlo Cerasoli (medico e saggista):L’alimentazione dell’infanzia nella Romagna dell’Ottocento.

Casa Artusi - Chiesa dei Servi, Forlimpopoli, venerdì 11 ottobre 2019 – ore 15,30

___________

 

Acque e terre di confine in Romagna - Paesaggi nel tempo

Coordina il presidente della Fondazione, dott. Maurizio Castagnoli

Relatori:
Prof. Giancarlo Cataldi (già Università di Firenze): Lezione magistrale. Sistemi territoriali pianificati
Arch. Patrizia Tamburini (libera professionista): Percorsi e insediamenti
Prof. Tito Menzani (Università di Bologna): Carte e progetti di bonifica (secc. XVIII-XXI)

Biblioteca Malatestiana, Sala Lignea, venerdì 5 aprile 2019 – ore 15,30

 

___________

 

 

 La salute nella Romagna dell’Ottocento - Il caso della pellagra

Saluto del presidente Fondazione Italia Argentina- Emilio Rosetti
Introduzione a La Romagna di Emilio Rosetti,  Chiara Arrighetti

Carla Giovannini     Lezione magistrale. La pellagra in Romagna  
Omar Mazzotti        Agricoltura e pellagra
Giancarlo Cerasoli   I medici e la pellagra  
Matteo Banzola       La pellagra in manicomio

Biblioteca Malatestiana, Sala Lignea, venerdì 4 maggio 2018 – ore 15,30

 

___________

 

 

Presentazione della tesi di laurea del dott. Daniele Zavalloni

Atlante dei paesaggi della Romagna di Zangheri e Rosetti

Saluto del presidente Fondazione Italia Argentina- Emilio Rosetti
dott. Maurizio Castagnoli

Interviene

Colonnello t.SFP
Gianpiero Andreatta
Comandante Gruppo Carabinieri Forestale di Forlì-Cesena

Biblioteca Malatestiana, Sala Lignea, venerdì 4 maggio 2018 – ore 15,30

 

___________

 

 

Conferenza all'Accademia Panziniana

La presenza di Emilio Rosetti a Bellaria

storie di un legame speciale

relatrice:
Chiara Arrighetti Catalogatrice e storica dell'Archivio Rosetti - Forlimpopoli

Palazzo del Turismo - Bellaria
Sabato 28 aprile 2018, ore 16,30

___________

 

Presentazione del volume Emilio Rosetti - Padre dell’ingegneria argentina. Cultore e storico della Romagna

di Chiara Arrighetti, prefazione di Maurizio Castagnoli

Biblioteca Malatestiana, Sala Lignea, venerdì 6 aprile 2018 – ore 15,30

 

 

___________

 

 

Ciclo "Incontri Culturali" - 4 serate in compagnia di esperti

L'Ingegnere Emilio Rosetti tra scienza e umanesimo positivista

(a cura di CHIARA ARRIGHETTI)

30 Novembre 2017  Maggio 2017 - Bellaria , Saletta Verde di Piazza del Popolo, 1

 

 

___________

 

 

Studi Rosettiani 

Convegno:  La violenza in Romagna dallo stato della chiesa allo stato unitario

5 Maggio 2017 - Forlimpopoli , Sala Consiliare

 

 

 

 

___________

 

 

Studi Rosettiani

Concerto: In onore di Emilio Rosetti - Musica tra due mondi

26 Aprile 2017 - Teatro Verdi - Forlimpopoli

"....Concerto in onore di Emilio Rosetti, cattedratico dell'Università di Buenos Aires e fondatore della...." Leggi Tutto

 

 

Convegno Romagna Cento anni di trasformazione industriale

 

Romagna Cento anni di trasformazione industriale (1850-1950)

     

 

Introduce e coordina il presidente della Fondazione, Maurizio Castagnoli

Relatori:

Francesca Fauri      - Cenni sullo sviluppo dell'industria nella provincia di Forlì (1890-1945).
Chiara Arrighetti     - Dall’attività agricola all’industria chimica. Il percorso d’impresa della dinastia Rosetti
Alessandro Lazzari  - Gli zuccherifici nell’industria romagnola d’inizio Novecento
Lorenzo Aldini        - Le origini dell’ORBAT fra autarchia e ricostruzione

 

Forte sostenitore dello sviluppo industriale nella sua terra d’origine, Emilio Rosetti non solo ne analizzò con attenzione lo stato complessivo, ma si fece mecenate delle prime industrie forlimpopolesi.
I redditizi opifici di famiglia (le famose fornaci Rosetti) furono via via convertiti, nel giro di un secolo e con politiche adeguate, in moderni stabilimenti chimici. Un caso imprenditoriale di particolare interesse, che travalica i confini locali e si colloca in situazioni e contesti che vanno profondamente mutando.  
Mature, allo scoccare del nuovo secolo, anche le condizioni che portano alla nascita della grande industria in Romagna, quando il capitale del nord Italia, genovese nello specifico, finanzia la costruzione dei primi tre zuccherifici a Forlì, Cesena e Classe. In un'area a forte vocazione agraria, la sinergia fra agricoltura e industria traina la modernizzazione.
Prende forma, così, un paesaggio industriale imponente, che ridisegna i confini dei suburbi e porta alla creazione della prima filiera agro-industriale romagnola, seguita da quella del tabacco e dall'industria delle conserve.
La febbrile ricerca di prodotti alternativi, tipica dell'Italia autarchica degli anni ‘30, si concretizza a Forlimpopoli in una nuova fabbrica costruita nel 1940 per distillare alcool assoluto dal sorgo. Divenuta ORBAT al termine del conflitto, la spinta innovativa della distilleria si stempera in impianti riconvertiti per produrre alcool alimentare.
Il convegno, organizzato dalla Fondazione Italia Argentina - Emilio Rosetti con il Patrocinio dell’Università di Bologna e del Comune di Forlimpopoli, intende mettere in luce le dinamiche territoriali, economiche e sociali decisive per il passaggio da un’ industria tradizionale a quella moderna attraverso l’analisi degli elementi portanti che ne hanno permesso il decollo.

 

Per contatti scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Fondazione Italia - Argentina

Emilio Rosetti

 

Via Campri 39

47034 Forlimpopoli FC

Telefono: +39 0543 742018

Mobile:   +39 347 828 6321

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

dott.ssa Chiara Arrighetti

    Bellaria, fine Ottocento. Sulla duna più alta sorge, con accesso diretto al mare, il villino Rosetti o villino Buenos Aires, che Emilio Rosetti ha fatto edificare dopo il suo rientro in Italia, nel 1885.


    Qui sono ospitati personaggi di calibro internazionale, legati da amicizia

o per vincoli familiari al forlimpopolese. Ma chi era veramente l’ingegnere Emilio Rosetti ?
Massimo coefficiente dello sviluppo infrastrutturale e scientifico della nuova Argentina, docente universitario tra i più prestigiosi dell’America latina, si dedica negli ultimi anni agli studi sulla terra d’origine con metodo positivista; un metodo che in realtà comporta - come ricordava il filosofo Nicola Abbagnano - un approccio passionale e romantico all’assolutezza della scienza.

Di tutto questo e di altro ancora parlerà la Fondazione Italia Argentina – Emilio Rosetti

nell’incontro organizzatoa

Bellaria giovedì 30 novembre, ore 20,45.

 

 

Sottocategorie

Studi Rosettiani

 

Eventi Organizzati dalla Fondazione E.Rosetti

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.